mercoledì 13 luglio 2011

LE MACCHINAZIONI CONTRO IL FILM : LA VERITA'

Da molte parti si dice che causa gli argomenti molto scottanti questo film sia stato un pò boicottato , sia dalla critica che dalla stampa , e difatti leggendo commenti in giro per il web , come d'altra parte accennato nel post introduttivo , sembra che sia stato veramente così: a giudicare dai commenti degli utenti ci sono state interruzioni di energia elettrica nelle sale , locandine scomparse , proiezioni fatte male e via dicendo , basta fare una ricerca su Google e subito ce ne rendiamo conto.
Ma quello che mi lascia molto perplessa sono alcune pseudo-recensioni che troviamo in giro , scritte da gente che la pellicola non l'ha nemmeno vista a mio parere , e che giudica con fittizi preconcetti.
Vorrei quest'oggi citarne una presa da uno dei tanti siti che ci provano a sembrare seri ma permettendo a certi personaggi di scrivere si perdono in un bicchier d'acqua ; il sito in questione è www.infooggi.it e l'articolo è scritto da un certo A.M. (non cito per intero nome e cognome ma si può risalire facilmente...) . Non riporterò l'articolo completo ma solo alcune parti ed alcuni commenti e commentando a mia volta.
"NAPOLI, 19 GIUGNO - “6 giorni sulla Terra” è un film avvolto nel mistero. Non già perché tratti del fenomeno dei rapimenti alieni (alien abductions), spiattellando una serqua di teorie bislacche frutto della collaborazione – cinematograficamente esiziale – tra il regista Varo Venturi ed il Prof. Malanga (Università di Pisa). Il mistero risiede piuttosto nei circuiti neuronali dei selezionatori ufficiali del 33° Festival Internazionale del Cinema di Mosca, il secondo festival cinematografico più antico dopo quello di Venezia. Tanti anni, e sentirli. Eppoi, le case di distribuzione statunitensi che si accaparrano frettolosamente il film. Ma forse è proprio qui che giace la lepre: hanno fiutato un prodotto avvenente, ma, intendiamoci, dell’avvenenza di un happy meal al McDonald's. Perché il buon cinema – credeteci, creduloni – è altrove."
Gia' partiamo male , da queste prime battute si capisce benissimo che chi scrive non condivide per niente le teorie di Malanga , addirittura definendole bislacche , quindi mette subito le mani avanti su un argomento che non condivide , arrivando perfino ad avere dubbi mentali sugli organizzatori del Festival di Mosca ....buon per lui che coloro non se lo filano affatto....
Ma la gente che legge non ha la chiusura mentale di costui , tanto che il primo commento riporta pari pari :
"Francesco ha scritto: Questa non è una recensione di un film, questo è un "pippone" ideologico che non ha alcuna attinenza con il film. Io sono andato a vedere "6 Giorni sulla Terra" (differentemente da chi ha scritto questo pezzo)e devo dire che mi è piaciuto. VOTO: 7. Ah una cosa: da punto di vista tecnico il film è ok, eccezionale la fotografia IMHO. Si perde un po' di ritmo nel secondo tempo però: se il regista avesse tagliano 10 minuti di pellicola nel secondo tempo e in particolare verso la fine io avrei dato a "6 Giorni sulla Terra" un 8 pieno, e magari persino qualcosa in più"
Condivido pienamente l'opinione di Francesco , ed anzi , se egli si riconoscesse in quello che ha scritto lo esorto a scrivermi.

La pseudo-recensione continua poi con una breve descrizione della trama , per poi scivolare in assurdi paragoni tra Malanga e Dan Brown che assolutamente non c'entrano nulla in quella che dovrebbe essere una critica cinematografica , e non una crociata contro qualcosa che non si condivide.
Passa poi addirittura ad offendere senza mezzi termini , definendo il film una "real-fetecchia" : ma , dico io , come può colui che dovrebbe recensionare senza prendere le parti di nessuno usare simili termini ? Da qui il dubbio che sia di parte è più che lecito secondo me...
Ma anche tra i commenti non si scherza , ad esempio questo qui  ( che a mio parere è presente in molte altre discussione visto il nome simile ) :
"cineokkio ha scritto: Mi rivolgo a Eros e Francesco: scusate... ma state scherzando? Il film è una boiata pazzesca, le tesi di Malanga sono il frutto di una cantonata di proporzioni stellari (quelle sì). Qualitativamente il film si può ricavare una sua nicchia tra i B-movie di quart'ordine."
Evidentemente è un fan dell'autore visto che anch'esso disprezza principalmente le teorie sul le quali si basa , ma risposte delle persone mentalmente aperte non tardano ad arrivare:
"Ines ha scritto: Penso che le persone siano cosi inteligenti da decidere da sole...se real-cienza o meno e anche su la "eresia cinematografica" della categoria dei cinefili.Sembra che sia gia deciso chi ne appartiene e chi no...("A noi...) A questo punto consiglio di andare a vederlo e di decidere da soli...a me in tanto e piaciuto."
"Francesco ha scritto: Il commento di cineokkio è emblematico: lui critica il film perché non gli piacciono le teorie di Corrado Malanga. Questo è un discorso che esorbita dal film. Io ho visto il film con lo scopo di vedere un film e basta, e quindi io valuto esclusivamente l'opera artistica in se stessa. E io, all'opera artistica in se stessa (cioè al film) ho dato 7. 7 perché è un film che mi ha affascinato, e lo dico tranquillamente."
Anche a voi , Ines e Francesco , se vi riconescerete scrivetemi....
In sostanza io suggerirei a questo A.M. di dedicarsi ad altre cose invece di provare a scrivere recensioni , se uno non è portato per certe cose è meglio che lasci perdere , forse uno sport salutare come la pesca d'altura gli farebbe bene , se non altro per ritemprare un po' il cervello e farlo funzionare meglio di adesso...
Da questo e da altre recensioni che posterò si può vedere che una macchinazione in effetti c'è stata anche e soprattutto a livello mediatico , sul web in modo particolare , ed il mio obiettivo è di scoprirlo, smascherando dove quando e da chi questa manovra sia stata messa in atto , nel frattempo se avete qualcosa da segnalare in proposito potrete inviarmi una mail o postare pubblicamente un commento senza problemi.
J.S.

1 commento: